Indietro
 
Bernardì Roig

Bernardí Roig è nato a Palma di Maiorca (España) nel 1965. Vive e lavora a Madrid e a Benissalem (España). Artista multidisciplinare, Bernardí Roig parte dal disegno per affrontare la scultura, la fotografia, il video e l'installazione con una preoccupazione estetica incentrata sulla rappresentazione del corpo e utilizzando materiali come il fuoco e i suoi prodotti (cenere, carbone, legno arso). La prigionia del corpo, approfondita in varie direzioni, è il leit motiv delle sue opere, dominato dal tema della cecità, più mentale che fisica, di chi si ostina a non vedere la realtà: è il sacrificio di un corpo affinchè l'ipocrisia che padroneggia i pensieri venga, almeno un pò, scossa. Ed è così che Roig, anche nella ricerca della soluzione formale, approda alle teste la cui superficie ricorda la pelle umana sottoposta al fuoco, una pelle quindi raggrinzita. Un fuoco che esiste realmente e fa parte della forma e la modifica annerendola con la fuliggine del tempo. Le fiammelle che bruciano, inserite al posto degli occhi, possono avere valenza evocativa della cecità, ma pure si possono associare all'idea che queste persone abbiano visto troppo e siano rimaste accecate dalla visione, incapaci a generare immagini e produrre senso. Sono uomini schiacciati contro dei muri alla disperata ricerca del reale, celato dalla ragnatela di mediazioni che impediscono l'accesso a qualsiasi certezza. Uomini soli che vogliono ancora generare sguardi lontani dalla retorica e dall'autocompiacimento, strappandosi gli occhi per sfuggire all'uragano del desiderio.
Curvo su stesso, come appesantito dalla storia, l'uomo di Roig si muove con difficoltà cercando, immerso nel buio, il senso della propria vita tra i rifiuti e gli scarti del presente.



Mostre recenti

1998

Brasa Bajo Cenizas, Casal Solleric, Palma de Mallorca (Spain);
Proyecto para El Gran Bodegón, Galería Salvador Diaz, Madrid (Spain);
Mors Ludens, Galería Estiarte, Madrid (Spain)

1999

The Waste Black, Galería Miguel Marcos, Barcelona (Spain);
The Waste Black, Galería Miguel Marcos, Zaragoza (Spain);
Almacen de brasas y cenizas, Museo de la Ciudad, Valencia (Spain);
Flowers, Galería D'Museo, Caracas (Venezuela);
De las Devociones, Fundación Ludwig, La Habana (Cuba)

2000

De luz menos amarga, Galerie Adriana Schimdt, Köln (Germany);
Almacén de brasas y cenizas, Museo Jacobo Borges, Caracas (Venezuela);
El hombre de la lámpara, El Gallo, Espacio de Arte Contemporáneo, Salamanca(Spain);
Luz sobre las aspaldas, Galería Max Estrella, Madrid (Spain)

2001

Blindness & Insight, LipanjePuntin Artecontemporanea, Trieste (Italy);
De luz menos amarga, Galerie Adriana Schimdt, Stuttgart (Germany);
Headless, La Caja Negra Ediciones, ARCO, Madrid (Spain);
The Music Box, Galerie Von Lintel&Nusser, Munich (Germany);
L'Oleil brulé, Galerie Artiscope II, Kanal 20, Brussels (Belgium)

2002

MiArt, Galleria LipanjePuntin, Milano (Italy);
Palazzo Forti, Verona (Italy);
ARCO, Galleria LipanjePuntin, Joan Guaita ART, Galería Max Estrella, Madrid (Spain);
Arte Fiera, Galleria LipanjePuntin, Bologna (Italy)

Indietro